Fitness & Mindfulness

Alimentazione sostenibile: come dimagrire mangiando senza rinunciare al piacere

Alimentazione sostenibile: come dimagrire mangiando senza rinunciare al piacere…

ma davvero è possibile tutto ciò?

Sì, basta provare, basta decidere di cambiare.

La maggior parte delle diete finiscono perché non sono sostenibili nel lungo periodo, perché ci tengono lontani dai nostri cibi preferiti facendoci sentire in gabbia o in punizione.

Di conseguenza, il fatto stesso di mollare, ci butta ancora più giù, spingendoci spesso, ancora di più verso quei cibi che avevamo eliminato.

Il cibo deve essere visto per quello che è: un nostro alleato.

Parliamone con il Personal Trainer per vedere come impostare una dieta dimagrante efficace che possa durare nel tempo senza darci inutili sofferenze psicologiche.

Alimentazione sostenibile: come dimagrire mangiando senza rinunciare al piacere.

Quando si parla di dimagrimento o dieta alimentare, c’è sempre molta confusione ed è facile perdersi tra le miriadi di libri, riviste, guru ed esperti del settore che ci propinano la loro dieta “miracolosa” come protocollo cucito su misura per noi.
Spesso queste “diete” si basano sulla forte limitazione o addirittura sull’eliminazione di un macronutriente o di un intera categoria di alimenti.

Se da una parte è vero che la fonte dei macronutrienti è importante, dall’altra va valutato il nostro punto di partenza in ambito alimentare.

Se non capiamo quali sono le basi per un corretto dimagrimento, possiamo anche strafogarci di super-cibi, inserendoli in buonissime ricette fit, ma sicuramente quello che otterremo, soltanto con questo, non sarà il tanto agognato dimagrimento.

Quando si parla di composizione corporea (rapporto tra massa magra e tessuto adiposo) in ambito fitness, è facile perdersi in “pippe mentali” distogliendo l’attenzione su ciò che conta davvero.
Il mio consiglio, è di concentrarsi su pochi punti, fondamentali, giusto uno o due, di farlo bene ed in modo preciso e costante nel tempo.

Perché ciò che davvero conta è la costanza nel tempo.

” E’ quando si rende ordinario lo straordinario che avviene la trasformazione, mentale prima, e fisica poi.”

" E' quando si rende ordinario lo straordinario che avviene la trasformazione, mentale prima, e fisica poi."

I segreti per impostare una dieta dimagrante efficace sono, in ordine di importanza:

  • Bilancio energetico: qualunque “super-dieta” decidiate di seguire, la base del successo è un deficit calorico. Esistono varie formule da utilizzare per calcolare il nostro TDEE dal quale partire per eseguire un primo taglio (-10/15%);
  • Installare un‘app per la gestione del diario alimentare, quali: MyFitnessPal, Fat Secret, My macros ecc. Possiamo controllare l’esatta quantità di macronutrienti e calorie che ingeriamo quotidianamente. E’ pressocché impossibile arrivare ad un dimagrimento di successo, stabile e duraturo, senza sapere esattamente cosa e quanto stiamo introducendo.
    D’altro canto sarà poi necessario avere tale diario, per monitorare la fase di deficit calorico, e garantire l’omogeneità dell’introito calorico e qualitativo del cibo, giorno dopo giorno, perché, pur rischiando di sembrare ripetitivo, il fattore tempo ed il fattore costanza sono determinanti;
  • Determinare i macronutrienti di cui abbiamo bisogno giornalmente, e rispettarli, tramite il monitoraggio del diario alimentare. Non è importante in questa fase la fonte dei vostri macros, l’importante è rispettarli. Un approccio disteso all’alimentazione, che vi permetta in questo modo di mangiare “di tutto un po‘” vi permetterà di mantenere la dieta a lungo e di non sentire il bisogno di sgarrare, perché anche quella pizza fuori con gli amici, non sarà più uno sgarro, se rientrerà nei vostri macros;
    • Esercizio fisico: questo è un punto importante se si parla di ricomposizione corporea, passa invece in coda agli altri se quello che cerchiamo è il mero calo di peso corporeo.

Restano tagliati fuori: Timing nutrizionale, fonte dei macronutrienti, integrazione specifica.
Non che questi elementi siano del tutto ininfluenti ma alle volte il gioco non vale la candela.

L’impegno, la costanza, e il “vivere bene ed in modo gradevole la dieta” vincono di gran lunga sul rigore ed il grigiore del tipico menù attaccato sul frigorifero.

Per chi volesse approcciarsi al Flexible-Dieting (dieta flessibile e quindi sostenibile), può trovare online, semplicemente facendo una ricerca, istruzioni e videotutorial sull’utilizzo delle apps che ho citato nell’articolo.

Per approfondimenti sulle Apps Fitness vi invito a leggere quest’articolo:

Fitness App – recensioni e pareri (Parte 1)

Se l’articolo vi è piaciuto premiateci semplicemente condividendolo, cliccando sui tastini social ↑ ↑ ↑

a voi non costa nulla, per noi è un “gratificante” grazie! 🙂

Lunga vita all‘alimentazione sostenibile e Buona Dieta a tutti!

A cura del PT M. Lorenzini

 

 

 

Commenti Facebook

Potrebbero interessarti anche queste altre ricette...

Lascia un Commento